serim.run

Crono running virtual 13 06 2020

Con la voglia di ripartire, gli skyrunner d’elite,

hanno tramutato un’allenamento

in una gara vera di km 7 D+ 500 metri

La Serim run sabato 13 giugno ha fatto da collante ai runner che in ottemperanza alle norme COVID-19 hanno realizzato una vera e propria bagarre sui sentieri del monte Ubione nella martoriata terra Bergamasca. Dopo mesi di lockdown rimettersi in gioco in una prova individuale a cronometro non è stato uno scherzo perché la paura lasciata da questa maledetta pandemia è ancora fresca e palpabile. Lo staff Serim e Pico sport oltre ad essere soddisfatto per il meteo favorevole è stato felice per il comportamento anti-assembramento dei runner, tutti i presenti avevano in dotazione la mascherina e quindi la mattinata si è svolta con un notevole sicurezza anti-pandemia. Tutti i piani per la salvaguardia della salute sono stati consigliati dalla federazione di riferimento del team Serim lo CSEN outdoor e ringrazio il signor Marino Giacometti per la consulenza prestata. Il percorso dopo 2,5 km pianeggianti ha avuto una prima sparata in salita sul sentiero CAI 584 poi un breve tratto pianeggiante sul sentiero del partigiano ha scaraventato gli atleti sull’arrampicata finale della croce dell’Ubione a quota 895 metri sul livello del mare. Gli ultimi due chilometri sono stati un vero tuffo vertiginoso verso l’arrivo presso la Cascina Belvèdi di Clanezzo di Ubiale. Il miglior tempo di questo crono running virtual è stato siglato da Arrigoni Luca nazionale FISky del team Serim by Autocogliati, Zenithal e Racer con il tempo di 42’51” secondo tempo per Angiolini Ivan la Recastello Radici Group 43’44”, terzo e quarto tempo per un tandem Serim Invernizzi Oscar 44’31” e in nazionale FISky Rota Luca in 44’59” infine quinto Conti Italo 49’46” team Conti. Ottimo il tempo della dama Federica Negri 59’42” team Serim.

Hanno contribuito: Serim, Autocogliati, Zenithal, Valetudo, Racer e Pico Sport.